fiori per tutti - FIORILANDIA

Vai ai contenuti

Menu principale:

fiori per tutti

I prodotti


Un fiore per ogni occasione
Occasioni per donare fiori ne capitano spesso. Grandi o piccoli avvenimenti, momenti speciali in cui si vuole, con un piccolo gesto, comunicare ad un'altra persona che condividiamo quel momento e/o esprimere un nostro sentimento nei suoi riguardi. Esistono tradizionalmente delle regole che se seguite potranno far apprezzare al meglio il nostro gesto.

Nascita
Se non si porta un dono al neonato, è bene regalare un mazzo di fiori alla puerpera. Occorre evitare profumi intensi e preferire una pianta verde o fiori privi di profumo, come un bouquet di roselline o di tulipani bianchi o rosa.

  


Battesimo
Se alla nascita è stato fatto il regalo al bambino, al battesimo si manderanno i fiori alla mamma e viceversa. La tradizione prescrive che i fiori siano bianchi, indipendentemente dal sesso del neonato, anche se qualcuno a volte preferisce regalare un mazzo rosa o azzurro.



Comunione e Cresima
Bisogna tenere presente che i bambini di 8 - 12 anni spesso non sono in grado di apprezzare un mazzo di fiori, a meno che questo non sia associato a un regalo di qualsiasi tipo: inviateli alla mamma del festeggiato. I fiori devono comunque essere necessariamente bianchi, optando per qualche giglio o garofano.

  


Fidanzamento
Oggi il fidanzamento non rappresenta più una cerimonia ufficiale, come un tempo, ma l'usanza di regalare fiori all'innamorata è rimasta. Anche pochi fiori, ma preziosi. Non esistono regole ben precise, bisogna scegliere colori tenui e delicati: roselline rosa o bianche, non ti scordar di me, peonie rosa, viole o lillà.

  


Matrimonio
La prima regola è quella di non inviare fiori lo stesso giorno del matrimonio, ma farli pervenire ai futuri sposi il giorno prima della cerimonia, avendo cura di scegliere una cesta provvista di quella speciale spugna porosa che mantiene l'umidità. Se i fiori vengono invece associati ad un regalo, occorre scegliere pochi steli e con corolle piccole: fiori d'arancio, gelsomino, tuberose, gigli, gypsophila o fresie. Il colore dei fiori deve essere necessariamente bianco o rosa chiaro. I parenti e gli amici più intimi faranno cosa molto gradita se invieranno prima il regalo, poi, al ritorno dal viaggio di nozze degli sposi, un mazzo di fiori o una pianta verde: sono un augurio di un felice futuro!

  


Anniversari
Per tutti gli anniversari, compreso quello di matrimonio, il fiore più indicato è certamente la rosa, non importa di quale genere, specie o colore. Il numero deve essere sempre dispari.



Nozze d'argento e d'oro
In questa circostanza va bene qualsiasi fiore; l'importante è che il mazzo venga confezionato con un nastro color argento nel caso di nozze d'argento e con un nastro dorato nel caso di nozze d'oro.

Se lei parte
Chi parte sarà ben felice di vedervi arrivare con un piccolo mazzo di fiori. I fiori dovranno avere toni tenui, delicati, affinché la partenza non sembri una liberazione. All'arrivo
sarà carinissimo far trovare una stanza rallegrata da fiori, di qualunque tipo essi siano.

Festa della donna
L'8 marzo è ormai obbligatorio regalare ad un'amica, parente o amata, un rametto o un mazzo di mimosa insieme a rose o tulipani. Fu l'UDI (Unione Donne Italiane) a sceglierla quale fiore-simbolo delle donne e dell'8 marzo in quanto il giallo esprime vitalità, forza e gioia.

  


A chi si ama
Regalare fiori alla donna amata è un gesto sempre ben gradito. In questo caso la scelta sarà la meno difficile: andranno bene fiori di qualsiasi colore, di qualsiasi specie, anche fiori di campo sfusi, neppure confezionati, o ancora, un solo fiore, qualunque esso sia.

Compleanno e onomastico
In queste due occasioni fiori e piante rappresentano un omaggio sempre gradito, indipendentemente dalla specie e dal colore. Un tempo, in occasione del compleanno, era tradizione regalare un mazzo di fiori in numero pari a quello degli anni compiuti; oggi tale usanza è decaduta .

Laurea
In occasione della laurea è un vero e proprio obbligo regalare dei fiori alla laureata, per gli uomini è più indicato un biglietto di congratulazioni o un dono. Per questo importante avvenimento sono indicati fiori fastosi e allegri, possibilmente mescolati a qualche ramo di alloro, fiori rossi oppure del colore che caratterizza la facoltà in cui ci si laurea.

  


Festa della mamma
Qualsiasi bouquet è adatto a questa occasione, che comunque, ricorrendo nel mese di maggio, non dovrebbe vedere mancare almeno qualche rosa. Le piante, in tale circostanza, sono invece poco indicate.



San Valentino
Non dovrà mancare, accanto al regalo di San Valentino, la tradizionale rosa rossa, simbolo di questa festa. Ma oggi vanno bene anche quelle composizioni di grande effetto, con bouquet a forma di cuore, orchidee particolari, mazzi di fiori monocromatici oppure l'inserimento di elementi quali il cotone, rami naturali, ecc...

  


Malattia
In questa circostanza fiori allegri e coloratissimi sono sempre ben graditi, purché siano privi di profumo. Se la persona malata è in ospedale si dovrà scegliere un mazzo poco ingombrante, mentre se è a casa ci si potrà sbizzarrire in un grande bouquet o in una pianta fiorita. Se il convalescente viene dimesso dall'ospedale, la soluzione migliore è quella di fargli trovare i fiori appena arriva a casa.

Natale
Tradizionalmente si considera ben augurale il colore rosso, ma le composizioni adatte per accompagnare un regalo natalizio sono varie: agrifoglio, spighe dorate, rami con bacche, pungitopo e stelle di Natale.

  


Capodanno
I fiori da soli sono poco indicati in questa occasione; sono preferibili le composizioni con qualche rametto augurale di vischio, magari unito a qualche spiga.

Pasqua
Tutti i fiori primaverili sono adatti alla realizzazione di un mazzo da regalare in questa occasione: narcisi, giacinti, tulipani, ranuncoli e fiori di pesco; la scelta è decisamente vasta, il resto è lasciato al gusto personale.

  


Favore ricevuto
Quando si riceve un favore, i fiori rappresentano un omaggio obbligato. Un biglietto o una telefonata dovranno precederli tempestivamente, dopo di che si potrà inviare un mazzo di fiori o una bella pianta fiorita e se è il caso, un regalo.

Pranzo
Non è d'obbligo presentarsi al momento del pranzo con un mazzo di fiori in mano. Si possono inviare i fiori prima del pranzo, affinché questi possano costituire un addobbo per il centro del tavolo, o anche il giorno dopo il pranzo, uniti ad un biglietto di ringraziamento. Per quanto riguarda colori e specie, dipende solo dal gusto di chi ci ha invitato, nonché dall'ambiente e dall'arredamento del destinatario.

Ospitalità
E' un dovere ringraziare chi ha offerto ospitalità inviando fiori o una pianta, immediatamente dopo il congedo.

Trasloco
E' una bella tradizione, per chi arriva nella nuova casa, ricevere una pianta fiorita con l'augurio di "giorni fortunati".


Torna ai contenuti | Torna al menu